Home » Roberta Guido: «Una buona prima impressione può contribuire al successo finanziario»

Roberta Guido: «Una buona prima impressione può contribuire al successo finanziario»

di Katia Cedioli
La closet organizer & consulente d’Immagine nota sui social come _guardarobi_ ci spiega il collegamento tra un armadio organizzato e una vita efficiente, anche dal punto di vista finanziario.

Il mondo della moda è vasto e in continua evoluzione, ma l’essenziale è trovare il giusto equilibrio per adattarsi al contesto in cui ci si trova. Ne è convinta Roberta Guido, closet organizer, che in questa intervista dà consigli utili a chi vuole essere sempre impeccabile in ogni occasione di lavoro e non solo.

Quali sono i capi d’abbigliamento essenziali che ogni professionista dovrebbe avere nel proprio armadio per creare una forte e positiva impressione in ambito lavorativo?

I capi basic sono quegli indumenti classici e versatili, facili da abbinare tra loro, che quindi permettono di creare outfit adatti a diverse occasioni, anche con pochi elementi. Inoltre, sono evergreen e resistono alle tendenze stagionali, garantendo un look sempre attuale e mai scontato. Eccone alcuni adatti a uomini e donne:

  1. Camicia bianca: un classico senza tempo, perfetta in ogni occasione, dall’ufficio alle uscite informali, come sottogiacca o sopra un pantalone sportivo.
  2. Blazer: è un capo versatile che può essere indossato sia con un paio di jeans che su un vestito elegante, adattandosi a più occasioni formali e non.
  3. Jeans: è importante possederne almeno un paio di buona qualità, che calzi bene e che sia comodo. Questo capo infatti è un passe-partout per tutti i giorni, che permette di creare outfit sia eleganti che casual in modo semplice e veloce.
  4. T-shirt bianca: un capo semplice, ma indispensabile. La t-shirt bianca può essere indossata da sola o come base per creare look sobri ma curati: puoi abbinarla a un pantalone a vita alta, o portarla sotto una giacca, ma anche indossarla con i jeans o una gonna colorata.
  5. Cappotto: un modello di qualità è essenziale per affrontare le giornate più fredde con stile! Sia l’uomo che la donna dovrebbero optare per un capospalla che si adatti alla loro personalità e al loro gusto, scegliendo un modello da utilizzare in più occasioni, dal lavoro al tempo libero, fino agli eventi più formali.
  6. Pantaloni neri: non possono mancare! Sono un capo must have e versatile che può essere indossato ogni qualvolta si desidera creare look dal risultato garantito.
  7. Abito: Ogni donna, così come ogni uomo dovrebbe avere un abito nel suo guardaroba. Per la donna il cosiddetto «little black dress», e per l’uomo un abito scuro. Perfetti per eventi e occasioni formali, ma anche per prendere parte a una cena di lavoro o trascorrere una serata speciale fuori.
  8. Maglione di lana: morbido e caldo, è ideale per le giornate più fredde. Preferibile di un colore neutro adattabile ad altri capi del guardaroba, così da poterlo abbinare sia ai jeans che ad altre tipologie di pantaloni e/o gonne invernali.
  9. Sneakers: tra i diversi tipi di scarpe da avere, ci sono anche quelle più sportive e casual. I loro elementi chiave sono la comodità, che rende questo genere di calzature perfette per tutti i giorni, e la versatilità, che consente di abbinarle a ogni look, da quelli più semplici a quelli più audaci.
  10. Scarpe classiche: se di qualità sono un investimento che dura nel tempo. Optare per modelli evergreen che si abbinano facilmente a colori e stili differenti, così da avere sempre a portata di mano la soluzione per ogni occasione.

Come l’organizzazione dell’armadio può influenzare e aiutare la scelta dell’outfit nel contesto professionale e finanziario?

Un guardaroba organizzato può influenzare positivamente la propria autostima. Indossare abiti che ci fanno sentire sicuri di noi e a proprio agio può avere un impatto significativo sulla percezione di sé stessi. Quando si ha una visione chiara degli abiti e come combinarli per creare outfit che più ci rappresentano e che ci valorizzino, questi ci faranno sentire più sicuri e positivi. Il guardaroba è una parte fondamentale della vita di ognuno di noi, ma spesso viene trascurato o lasciato in uno stato di disordine per mancanza di tempo o di voglia. Più trascuriamo l’ordine nel nostro armadio più sarà difficile trovare quello che ci piacerebbe indossare finendo non solo per perdere tempo, ma anche per mettere sempre le stesse cose, quelle a portata di mano, e alla famosa esclamazione «non ho niente da mettere!». Organizzare il proprio guardaroba in modo corretto è un passo fondamentale verso una vita più semplice, efficiente e sostenibile.

Quali sono le strategie migliori per massimizzare l’utilizzo degli abiti già presenti nell’armadio e ridurre la necessità di acquisti eccessivi?

Organizzando il guardaroba in modo accurato, si ha una visione più chiara di ciò che si possiede in modo da utilizzare e abbinare al meglio ogni pezzo. Questo permette di evitare sprechi, acquisti di doppioni, e di massimizzare l’utilizzo del proprio abbigliamento. Quando il guardaroba è ben organizzato, si possono pianificare outfit in modo più efficiente, combinando capi che spesso non avremmo pensato di indossare insieme. Questo consentirà di sfruttare appieno ogni capo d’abbigliamento, riducendo la necessità di costosi acquisti impulsivi. Unendo una buona organizzazione del guardaroba alla scelta di capi valorizzanti sarà ancora più semplice creare i vari abbinamenti. Un guardaroba disorganizzato spinge spesso le persone a fare acquisti inutili.  Quando non riusciamo a trovare un capo specifico, la tentazione di comprarne uno nuovo è elevata. Questo può portare a un accumulo eccessivo di abiti peggiorando ulteriormente il caos già presente e, allo stesso tempo, contribuendo al problema dei rifiuti tessili e all’impoverimento del portafoglio. Organizzando il guardaroba in modo corretto, si ridurrà la necessità di acquistare nuovi abiti. Saremo più consapevoli di ciò che abbiamo e di ciò di cui abbiamo veramente bisogno. Organizzare il guardaroba in modo corretto non solo aiuta a risparmiare denaro, ma anche tempo ed energia. Non si dovrà più cercare disperatamente un capo nel mezzo del caos dell’armadio. Inoltre, pianificare gli outfit diventa un’attività più efficiente, riducendo lo stress delle scelte mattutine.

Come l’aspetto personale e l’abbigliamento possono impattare sul successo finanziario di un individuo, specialmente in situazioni come interviste di lavoro o incontri con clienti?

L’abito fa il monaco? Nel mondo degli affari sì, è una realtà. Un abbigliamento curato e appropriato comunica professionalità, fiducia e rispetto. Ci sono situazioni in cui abbiamo una sola buona occasione per convincere qualcuno che non ci conosce a credere in noi, a fidarsi, a lasciarci dimostrare il nostro valore. Quando incontri una persona per la prima volta, i primi secondi di conoscenza sono fondamentali. Il tuo interlocutore cercherà nel tuo aspetto e nel linguaggio non verbale del tuo corpo gli elementi che gli confermino che può fidarsi di te. L’abbigliamento può essere un elemento chiave per creare una buona impressione e contribuire al successo finanziario. Tuttavia, è importante considerare il contesto specifico e adattare il tuo stile di abbigliamento di conseguenza.

Quali sono i segreti per mantenere l’ordine nell’armadio e nel contesto lavorativo?

Un guardaroba disorganizzato può causare stress e frustrazione nella vita quotidiana. Trovare l’abito giusto per una determinata occasione può diventare una vera e propria sfida se l’armadio è un caos. L’organizzazione del guardaroba elimina questo stress, consentendo di trovare facilmente ciò di cui abbiamo bisogno, di vestirsi in modo più gratificante e vario. Seguendo piccoli suggerimenti, sarà facile mantenere un armadio ordinato e funzionale semplificando la routine quotidiana. Per iniziare, eliminare il superfluo, ovvero il famoso decluttering. Eliminare quei capi che non indossiamo più da anni o che non ci piacciono più per mantenere solo quello che ci rappresenta davvero e che vogliamo comunicare senza occupare spazio prezioso. La chiave per fare decluttering, infatti, sta proprio qui: individuare il nostro stile, gli abiti che ci rappresentano maggiormente e quali capi evergreen tenere nel guardaroba per semplificare la vita con gli abbinamenti. Ecco alcuni consigli:

  1. Separare l’abbigliamento in categorie chiare, come camicie, pantaloni, vestiti, ecc. Successivamente, organizzare ciascuna categoria per tipologia e in gradazioni cromatiche, per esempio possiamo dividere le camicie a manica corta da quelle a manica lunga, i maglioni dolcevita da quelli con lo scollo a V ciascuno in un ordine che va dal più chiaro al più scuro. In questo modo, sarà molto più semplice individuare un capo specifico senza dover rovistare tra pile di vestiti, e si avrà sempre sotto controllo tutti i capi presenti.
  2. Dividere i vestiti in base alla stagionalità, riponendo quelli della stagione trascorsa nella parte più alta dell’armadio o in un organizer possibilmente etichettato in modo da non creare confusione.
  3. Dedicare un cassetto alla biancheria che, sostanzialmente, rimane invariata a prescindere dalla stagione.
  4. Lasciare a portata di mano i capi di uso quotidianoe in secondo piano quelli che si usano più raramente come, ad esempio, un abito elegante per le occasioni speciali.
  5. Creare un angolo dedicato alle scarpe. A meno che non si disponga di una scarpiera esterna, anche le scarpe dovranno trovare posto nell’armadio, ovviamente, per una questione igienica, ben separate da tutto il resto.

Una volta che creato un sistema di organizzazione efficace, mantenere il guardaroba richiederà molto meno sforzo nel tempo.

Photo: Pexels / Gustavo Fring

Come creare la valigia perfetta per viaggio di lavoro?

Per una valigia perfetta in un viaggio di lavoro, è bene pianificare gli outfit in base ai giorni di permanenza, scegliere capi versatili e coordinabili. Un aspetto fondamentale: preparare una lista degli oggetti essenziali in base alla durata del viaggio e alle attività previste per determinare gli abiti e gli accessori necessari. Poi guardare il meteo e scegliere capispalla versatili che si adattino a diverse situazioni climatiche e occasioni. Un consiglio generale è quello di scegliere l’abbigliamento completo per ogni giornata: se il lavoro impone eleganza con un tailleur ci si semplifica la vita, in quanto basta abbinare una bella camicia o un sottogiacca e il gioco è fatto. Se invece è richiesto un abbigliamento più informale è consigliabile creare a priori possibili abbinamenti. In base ai look creati basterà quindi abbinare gli accessori e scarpe, prediligendo quei modelli versatili che possano abbinarsi con facilità a gran parte dei capi scelti.  Le scarpe occupano molto spazio in valigia, per cui meglio poche paia, ma ben selezionate. Sempre in base agli abbinamenti cromatici è bene ricavare un piccolo spazio per gli accessori come cravatte, cinture, bigiotteria o simili. La borsa a mano deve essere organizzata: preparare una borsa a mano con laptop, documenti importanti ed elementi essenziali per gli spostamenti.

 

Katia Cedioli

Ti potrebbe piacere

Lascia un commento

STYLE FINANCE
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy