Home » Donne iconiche della storia: attivismo, moda e finanza

Donne iconiche della storia: attivismo, moda e finanza

di Katia Cedioli
COVER - LEADERSHIP FEMMINILE
La storia della leadership femminile affonda le radici in epoche antiche, anche se spesso è stata (ed è) oscurata dalle norme sociali e culturali.

Le donne hanno costantemente dimostrato di avere capacità di guida e ingegno in molteplici contesti, contribuendo in modo significativo alla società e alla cultura.

Questo aspetto risuona nel percorso di figure come Cleopatra, regina egiziana nota per la sua astuzia politica, o Caterina la Grande, sovrana russa di straordinaria intelligenza e determinazione, che hanno lasciato un’impronta indelebile nella storia. Iniziando il nostro excursus per citazioni ricorderei quella di Rikki Rogers, scrittrice e poetessa contemporanea: «La forza non deriva da ciò che puoi fare. Deriva dal superare le cose che pensavi non potessi fare». Questa frase incarna perfettamente la resilienza delle donne che hanno lottato strenuamente per l’uguaglianza di genere e hanno guidato movimenti sociali che hanno gettato le basi per l’attuale lotta per i diritti. 

In particolare, parliamo degli Stati Uniti del XIX e XX secolo con Susan Brownell Anthony (saggista e attivista) ed Elizabeth Cady Stanton (attivista, abolizionista e figura guida dei primi movimenti femministi). Spostandoci nel Regno Unito, ricordiamo Emmeline Pankhurst, attivista e politica che guidò il movimento delle suffragette: un esempio di questo spirito combattivo che ha plasmato il corso della storia. Nel mondo moderno, esempi come Angela Merkel, ex cancelliere federale della Germania, Christine Lagarde, attuale presidentessa della Banca Centrale Europea, e Malala Yousafzai, attivista pakistana per l’istruzione delle ragazze, dimostrano la portata globale della loro leadership. 

Verso una leadership gentile, indipendente dal genere

Nel nostro magazine che tratta anche di stile, come non ricordare : Maria “Miuccia” Prada Bianchi, co-CEO di Prada e fondatrice del marchio Miu Miu. Miuccia Prada – una delle figure più influenti nel settore della moda – è fra le 19 miliardarie italiane nella recente classifica di Forbes. Un’altra donna nota per la sua visione creativa e il suo impatto sulle tendenze di moda globali è Anna Wintour, direttrice editoriale di Vogue US e Global Editorial Director di Condé Nast. Rimanendo nel mondo fashion, una figura rispettata nel settore per il suo stile e il suo impegno a sostenere la moda sostenibile è Stella McCartney, designer britannica. Ultima ma non per importanza Donatella Versace, attualmente direttrice artistica del marchio Versace, nota per il suo stile audace e la sua capacità di reinventare il marchio mantenendone l’essenza. 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Donatella Versace (@donatella_versace)


Le donne leader dimostrano che il successo non ha genere e che le qualità tradizionalmente associate alla femminilità (considerati tratti distintivi di una più inclusiva “leadership gentile”), come la compassione e l’empatia, sono risorse preziose per guidare e ispirare gli altri. Queste qualità aiutano a riconoscere il valore delle prospettive diverse e lavorano per creare ambienti in cui ogni individuo si senta valorizzato e rispettato. Questo impegno per la diversità non solo migliora la cultura aziendale, ma favorisce anche l’innovazione e la crescita organizzativa.

Consiglio pratico

Incoraggiamo le donne a coltivare la propria leadership attraverso la consapevolezza di sé e delle proprie capacità uniche. Il mio consiglio è di non lasciarsi scoraggiare dalle sfide e dalle critiche, ma di fidarsi del proprio potenziale. È importante coltivare le relazioni, sia con uomini che con altre donne, e costruire reti di supporto e ispirazione reciproca, come è fondamentale rimanere aperte all’apprendimento continuo e alla crescita personale e professionale. Spesso, attraverso il proprio esempio si può ispirare il cambiamento e guidare verso un futuro più luminoso e inclusivo per tutti.

 

Katia Cedioli

Photo cover: Pexels / Bongkarn Thanyakij 

Ti potrebbe piacere

Lascia un commento

STYLE FINANCE
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione. Cliccando su accetta si autorizzano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su rifiuta o la X si rifiutano tutti i cookie di profilazione. Cliccando su personalizza è possibile selezionare quali cookie di profilazione attivare.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy